Che cos’è la sindrome algoneurodistrofica?

La sindrome algoneurodistrofica o sindrome da dolore regionale complesso (CRPS) è una forma di dolore cronico. La CRPS si sviluppa tipicamente dopo una lesione, un intervento chirurgico, un ictus o un infarto. La caratteristica della sindrome è un dolore sproporzionato rispetto alla gravità della lesione iniziale.

Quali sono le cause della sindrome algoneurodistrofica?

La causa della sindrome algoneurodistrofica non è completamente nota; si pensa che sia causata da una lesione o da un’anomalia del sistema nervoso periferico e centrale e insorge, generalmente dopo un evento traumatico.

Non è ben compreso il motivo per cui un qualsiasi trauma possa scatenare la sindrome. Alcuni studi suggeriscono che potrebbe essere dovuto a un’interazione disfunzionale tra il sistema nervoso, centrale e periferico, e le risposte infiammatorie inappropriate per il trauma.

Come si manifesta la sindrome algoneurodistrofica?

La sindrome algoneurodistrofica è suddivisa in due tipologie, con segni e sintomi simili, ma con cause diverse:

  • Tipo 1: conosciuta anche come sindrome della distrofia simpatica riflessa, si verifica dopo una malattia o una lesione che non ha danneggiato direttamente i nervi dell’arto colpito. Rappresenta il 90% di tutti i casi di sindrome algoneurodistrofica.
  • Tipo 2: ha sintomi simili al tipo 1 ma si differenzia da questa poiché compare in seguito una distinta lesione del nervo interessato.

Molti casi di sindrome algoneurodistrofica si verificano dopo un trauma – che può essere una lesione da schiacciamento, frattura o  persino un’amputazione – ad un braccio o una gamba. Altri traumi maggiori e minori che possono anche portare a una complessa sindrome algoneurodistrofica sono la chirurgia, infarti, infezioni e distorsioni legamentose.

I sintomi della sindrome algoneurodistrofica complesso sono:

  • Bruciore continuo, dolore lancinante e gonfiore nella zona interessata;
  • Aumentata sensibilità al tatto o al freddo;
  • Cambiamenti di colore e di struttura della pelle e degli annessi cutanei;
  • Gonfiore e rigidità articolare;
  • Spasmi muscolari, tremori, debolezza fino all’atrofia muscolare.

I sintomi possono cambiare nel tempo e variare da persona a persona; in alcune persone, i segni e i sintomi della sindrome da dolore regionale complesso vanno via da soli. In altri, i segni e i sintomi possono persistere per mesi o anni fino a portare la sindrome in una condizione di irreversibilità.

Come si fa diagnosi di sindrome algoneurodistrofica?

La diagnosi viene definita secondo i criteri di Budapest, previa esclusione della presenza di altre malattie che possano giustificare i sintomi descritti dal paziente. Elemento fondamentale ai fini della diagnosi è la presenza di un dolore sproporzionato rispetto al fattore scatenante; devono essere descritti e riconosciuti almeno 3 dei seguenti 4 criteri: disturbo della sensibilità; disturbo locale vasomotorio (cambio di colore asimmetrico della pelle); edema; disturbo motorio.

Qual è il trattamento della sindrome algoneurodistrofica?

È riconosciuto che più il trattamento è precoce, entro i primi mesi dall’esordio dei sintomi, migliore è la prognosi; frequentemente, è necessaria una combinazione di trattamenti diversi, adattati al caso specifico:

  • Le opzioni farmacologiche di trattamento includono: analgesici, antidolorifici come i FANS, antidepressivi, anticonvulsivanti, corticosteroidei, anestetici.
  • La fisioterapia può aiutare a ridurre il dolore e migliorare la forza muscolare e la libertà di movimento.
  • La stimolazione nervosa elettrica transcutanea e la neurostimolazione del midollo spinale.
  • Blocchi nervosi.

UNITÀ OPERATIVE

Per la prenotazione di Visite ed Esami è possibile anche contattare il C.U.P per entrambe le Case di Cura:

Casa di Cura Pierangeli: 08529391 Casa di Cura Spatocco: 0871352352

Dal Lunedi al Venerdì: 08.00 – 17.00 Sabato: 08.00-12.00

Prenotazione telefonica di prestazioni diagnostiche e specialistiche ambulatoriali

LEGGI TUTTO