Che cos’è l’acne?

L’acne è una malattia della pelle che colpisce i follicoli pilosebacei; è più comune tra gli adolescenti, anche se può colpire persone di tutte le età. La forma classica di acne prende il nome di acne volgare.

Quali sono le cause dell’acne?

L’acne riconosce una eziologia multifattoriale in cui intervengono fattori ormonali e genetici; l’acne riconosce tre fattori che la generano: iperproduzione di sebo, ostruzione dei follicoli piliferi e colonizzazione batterica. Ci sono inoltre dei fattori che possono peggiorare l’acne:

  • Ormoni: come detto, gli ormoni, in particolare gli androgeni, aumentano nei ragazzi e nelle ragazze durante la pubertà e fanno sì che le ghiandole sebacee si ingrandiscano e producano più sebo. I cambiamenti ormonali legati alla gravidanza e l’uso di contraccettivi orali possono anch’essi influenzare la produzione di sebo.
  • Alcuni farmaci: gli esempi includono farmaci contenenti corticosteroidi, testosterone o litio.
  • Dieta: alcuni fattori dietetici, come latte o cibi ricchi di carboidrati, possono peggiorare l’acne.
  • Stress.

Come si manifesta l’acne?

La lesione iniziale dell’acne è il comedone, che può essere chiuso (bianco) o aperto (scuro); successivamente, evolve in lesioni infiammatorie: in ordine crescente di gravità troviamo papule, pustole, noduli e cisti. Abitualmente esiste la combinazione di diverse lesioni simultaneamente.

L’acne appare in genere sul viso, sul petto, sulla parte superiore della schiena e sulle spalle poiché queste aree della pelle sono ricche di ghiandole sebacee.

Come si fa diagnosi di acne?

La diagnosi è clinica: va differenziata da altre condizioni che possono simulare le lesioni acneiformi come rosacea o follicoliti.

Qual è il trattamento dell’acne?

Il regime terapeutico dell’acne dipende dalla gravità dell’acne: nei casi lievi può essere sufficiente un trattamento topico, anche se non esclude la possibilità di recidive:

  • Retinoidi: utilizzati come esfolianti.
  • Antibiotici: sotto forma di gel, spesso associati al benzoil perossido.
  • Acido azelaico: l’acido azelaico è un acido presente in natura con proprietà antibatteriche.
  • Benzoil perossido: cheratolitico e comedolitico.

Nelle forme moderato-gravi di solito si utilizza una terapia orale:

  • Antibiotici: vengono impiegati dei batteriostatici che possiedono anche attività antinfiammatoria, come la doxiciclina.
  • Antiandrogeni: ciproterone acetato, in combinazione con estrogeni.
  • Isotretinoina: derivato della vitamina A in grado di produrre atrofia delle ghiandole sebacee.
  • Corticosteroidi: riservati ai casi più gravi.

UNITÀ OPERATIVE

Per la prenotazione di Visite ed Esami è possibile anche contattare il C.U.P per entrambe le Case di Cura:

Casa di Cura Pierangeli: 08529391 Casa di Cura Spatocco: 0871352352

Dal Lunedi al Venerdì: 08.00 – 17.00 Sabato: 08.00-12.00

Prenotazione telefonica di prestazioni diagnostiche e specialistiche ambulatoriali

LEGGI TUTTO