Che cos’è la Videobroncoscopia?

La videobroncoscopia è una procedura che permette di visualizzare le vie respiratorie dall’interno, attraverso l’inserimento di un broncoscopio, un piccolo tubo flessibile fornito di una telecamera e di un canale operativo, attraverso il naso o la bocca, fino alle basse vie aeree (bronchi). Questa procedura viene utilizzata per ricercare la causa di un problema all’apparato respiratorio: tumori, infezioni o patologie infiammatorie, eccesso di muco nelle vie aeree, sanguinamento. Può anche consentire di prelevare campioni di muco o tessuto da sottoporre ad esami di laboratorio. La broncoscopia permette di eseguire anche dei veri e propri interventi chirurgici mini-invasivi (ad es. disostruzione delle vie aeree se inalato corpo estraneo); in questi casi si parla di broncoscopia operativa.

A che cosa serve la Videobroncoscopia?

L’indicazione alla videobroncoscopia viene posta in presenza di specifiche condizioni:

  • Infezioni: se si sospetta un’infezione grave o se si verificano infezioni ricorrenti, la broncoscopia permette di ottenere campioni di muco ed analizzarli in laboratorio per cercare di scoprire la causa specifica.
  • Una macchia nel polmone nella radiografia o TC del torace: può essere legata a infezioni, tumori o infiammazione. La broncoscopia in alcuni casi permette di prelevare campioni da quella specifica zona del polmone, che vengono poi esaminati in laboratorio.
  • Ostruzione delle vie aeree e Atelettasia: L’atelettasia si verifica quando le vie aeree sono bloccate e l’aria non può passare causando mancata espansione degli alveoli, visibile alla radiografia del torace. L’ostacolo al passaggio d’aria nelle vie aeree è di solito causato da un corpo estraneo come una nocciolina, un tumore o un tappo di muco. La broncoscopia permette di individuare l’ostacolo, rimuoverlo o prelevarne un campione.
  • Sanguinamento: Quando una persona presenta una tosse associata ad emissione di sangue la broncoscopia può aiutare a trovare la causa del sanguinamento. Ad esempio, se la causa è un tumore, il medico dovrà individuarlo e prelevare campioni di tessuto (biopsie) attraverso il broncoscopio. I campioni saranno esaminati in laboratorio per identificare il tipo di tumore.
  • Respirazione rumorosa e vie aeree anomala: in bambini che possono nascere con anomalie delle vie aeree come ad esempio una connessione tra trachea ed esofago, chiamata fistola tracheo-esofagea oppure in caso di paralisi delle corde vocali, di flaccidità delle vie aeree (broncomalacia) o della laringe (laringomalacia) o la presenza di un vaso sanguigno anomalo che comprime la parte esterna delle vie aeree (compressione vascolare).
  • Trapianto di polmone: Le persone trapiantate di polmone eseguiranno la broncoscopia per verificare lo stato dei polmoni. Verranno inoltre prelevati campioni di tessuto e muco delle vie aeree per analizzare i segni di presenza di infezione o di rigetto.

Come viene eseguita la Videobroncoscopia?

La procedura viene eseguita utilizzando un broncoscopio flessibile inserito dopo aver anestetizzato le prime vie aeree mediante un anestetico locale che viene spruzzato nelle prime vie aeree attraverso naso o bocca. A volte può essere necessaria una leggera sedazione.

Il broncoscopio viene quindi inserito attraverso il naso o la bocca, per poi avanzare lentamente lungo la parete posteriore della gola, attraverso le corde vocali e nelle vie aeree. Il medico sarà in grado di vedere l’interno delle vie aeree man mano che il broncoscopio procede verso il basso. È possibile provare la sensazione di non riuscire a “prendere fiato”, ma di solito c’è spazio sufficiente intorno al tubo per respirare. Il medico, se necessario, può anche fare delle pause durante la procedura. Durante la procedura il paziente è strettamente monitorato dal personale sanitario, attraverso misurazione della pressione arteriosa, della frequenza cardiaca e della saturazione di ossigeno nel sangue mediante pulsossimetro. La durata della broncoscopia varia a seconda del motivo per cui viene eseguita e di ciò che deve essere fatto. Di solito può durare 15-60 minuti.

Cosa succede dopo la Videobroncoscopia?

Dopo la procedura potresti avvertire un mal di gola, tosse o raucedine che andrà via con il tempo. Sarai in grado di tornare a casa dopo poche ore, ma avrai bisogno di un una persona che ti accompagni perché è sconsigliato guidare casa a causa dei medicinali o dell’anestesia che hai ricevuto. Si consiglia di non mangiare per le successive due-tre ore.
Bisogna poi seguire le indicazioni dello specialista dopo la procedura per ottenere i risultati ed eseguire ulteriori approfondimenti.

Ci possono essere effetti collaterali dopo la Videobroncoscopia?

La broncoscopia è generalmente sicura, ma esiste un minimo rischio di contrarre febbre, sanguinamento minore o polmonite. Lo pneumotorace è un effetto collaterale raro ma grave, che può comunque essere trattato. Il medico può infatti eseguire una radiografia del torace dopo la procedura per verificare eventuali problemi polmonari occorsi.

Broncoscopia operativa

La broncoscopia operativa viene solitamente eseguita con broncoscopio rigido che permette di eseguire alcune manovre endoscopiche operative quali:

  • posizionamento di endo-protesi (stent) tracheali e bronchiali;
  • trattamenti operativi disostruttivi (tumori) impiegando metodiche laser-endoscopiche, ecc.;
  • rimozione di corpi estranei presenti nell’albero tracheo-bronchiale;

Nel caso di sospetta lesione tumorale che non contragga rapporto diretto con i bronchi, è possibile procedere ad agoaspirato attraverso la parete bronchiale con ago sottile (agoaspirato trans-bronchiale o TBNA – trans bronchial needle aspiration) o con pinza bioptica endoscopica (TBB – trans bronchial biopsy). Le lesioni o i linfonodi da asportare possono prelevati in maniera ancora più mirata grazie all’utilizzo di videobroncoscopio che, a differenza di quello tradizionale, è dotato di una microsonda ecografica che permette di vedere i diversi strati della parete bronchiale, le strutture al di fuori di trachea e bronchi (come i linfonodi). Si parla in questo caso di EBUS (Endo Bronchial Ultra Sound).

La broncoscopia operativa viene eseguita in sala operatoria, richiede anestesia generale, in regime di day-hospital.

UNITÀ OPERATIVE

VISITE ED ESAMI

Per la prenotazione di Visite ed Esami è possibile anche contattare il C.U.P per entrambe le Case di Cura:

Casa di Cura Pierangeli: 08529391 Casa di Cura Spatocco: 0871352352

Dal Lunedi al Venerdì: 08.00 – 17.00 Sabato: 08.00-12.00

Prenotazione telefonica di prestazioni diagnostiche e specialistiche ambulatoriali

LEGGI TUTTO