Che cos’è la capillaroscopia?

La capillaroscopia è una tecnica non invasiva che consente di valutare le caratteristiche dei capillari distali delle unghie. Le informazioni fornite dall’esame costituiscono un valido supporto nel percorso diagnostico di malattie autoimmuni e vasculiti.

Come funziona la capillaroscopia?

La capillaroscopia consente di studiare il plesso venoso subpapillare, la densità e la distribuzione spaziale dei capillari, la struttura architettonica della rete microvasale, le caratteristiche morfologiche arteriolari e venulari ed il flusso ematico.
Attualmente vengono utilizzati i videocapillaroscopi a fibre ottiche, che permettono di visualizzare con maggior accuratezza la zona da esaminare: nello studio dei capillari ungueali, il dito viene poggiato su un apposito sostegno ed esaminato con una speciale luce. Per un’adeguata visualizzazione, al paziente è raccomandato di:

  • Non indossare smalti per unghie,
  • Evitare danni esterni (urti, ferite, mangiarsi le unghie),
  • Non fumare nelle 2 ore precedenti il test,
  • Rimanere in una stanza con una temperatura compresa tra 22ºC e 25ºC per evitare episodi di vasocostrizione.

Quando si usa la capillaroscopia?

La capillaroscopia è generalmente impiegata in ambito reumato-dermatologico; infatti, numerose patologie di interesse reumatologico e dermatologico sono in grado di produrre anomalie capillaroscopiche. Tra queste troviamo:

  • Sclerosi sistemica e fenomeno di Raynaud,
  • Connettivite mista,
  • Dermato-polimiosite,
  • Fascite eosinofila,
  • Sindrome di Sjögren.

Alterazioni capillaroscopiche sono prodotte anche da malattie cardiovascolari e metaboliche come ipertensione arteriosa, aterosclerosi, diabete di tipo 2, ma la capillaroscopia non viene praticamente mai utilizzata nel percorso diagnostico di tali patologie.

Ad ogni modo, l’indicazione principale della capillaroscopia è data dallo studio del fenomeno di Raynaud e nella sclerosi sistemica; tale metodica si è imposta come la tecnica più valida per la precoce individuazione della microangiopatia sclerodermica e per la diagnosi differenziale dei pazienti con fenomeno di Raynaud primario – nei quali il fenomeno non ha alcun significato clinico – da quelli con fenomeno di Raynaud secondario – dove è espressione di alterazioni vascolari causate da malattie con disregolazione del sistema immunologico, come la sclerosi sistemica.

UNITÀ OPERATIVE

VISITE ED ESAMI

Per la prenotazione di Visite ed Esami è possibile anche contattare il C.U.P per entrambe le Case di Cura:

Casa di Cura Pierangeli: 08529391 Casa di Cura Spatocco: 0871352352

Dal Lunedi al Venerdì: 08.00 – 17.00 Sabato: 08.00-12.00

Prenotazione telefonica di prestazioni diagnostiche e specialistiche ambulatoriali

LEGGI TUTTO