Con il termine di tendinite si intende l’infiammazione o l’irritazione di un tendine, le spesse strutture fibrose che attaccano i muscoli alle ossa. La condizione provoca dolore e debolezza nelle porzioni contigue alle articolazioni.

Sebbene la tendinite possa verificarsi in tutti i tendini, è più comune a livello di spalle, gomiti, polsi, ginocchia e talloni.

Alcuni nomi comuni per indicare i vari problemi di tendinite sono: Gomito del tennista, Gomito del golfista, La spalla del nuotatore e il Ginocchio del saltatore.

La maggior parte dei casi di tendinite può essere trattata con successo mediante riposo, terapia fisica e farmaci per ridurre il dolore. Se la tendinite è grave e dovesse portare alla rottura di un tendine, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico.

Quali sono le cause di una Tendinite?

Sebbene la tendinite possa essere causata da una lesione occorsa in maniera improvvisa, è molto più probabile che la condizione derivi dalla ripetizione di un particolare movimento nel tempo. La maggior parte delle persone sviluppa la tendinite perché i loro lavori o hobby comportano movimenti ripetitivi, che mettono sotto stress i tendini.

L’uso della tecnica corretta è particolarmente importante quando si eseguono movimenti sportivi ripetitivi o attività lavorative. La tecnica impropria può sovraccaricare il tendine e portare alla tendinite.

I fattori di rischio per lo sviluppo di tendinite includono l’età, particolari lavori che richiedono attività ripetitive o praticare determinati sport.

Quali sono i sintomi di una Tendinite?

I segni e sintomi di tendinite tendono a verificarsi nel punto in cui un tendine si attacca a un osso e tipicamente includono:

  • dolore spesso descritto come un dolore sordo, soprattutto quando si sposta l’arto o l’articolazione colpita;
  • debolezza;
  • lieve gonfiore.

Quali sono le complicanze di una Tendinite?

Senza un trattamento adeguato, una tendinite può aumentare il rischio rottura del tendine, una condizione molto più grave che può richiedere un intervento chirurgico.

Se l’irritazione del tendine persiste per diverse settimane o mesi, si può sviluppare una condizione nota come tendinosi. Questa condizione comporta cambiamenti degenerativi del tendine, insieme alla crescita anomala di nuovi vasi sanguigni.

Come si diagnostica una Tendinite?

Di solito, il medico può diagnosticare la tendinite basandosi esclusivamente sull’esame clinico.

Possono essere richieste radiografie o altri test di imaging (ecografia o risonanza magnetica) se è necessario escludere altre condizioni che potrebbero causare segni e i sintomi sovrapponibili.

Come si tratta una Tendinite?

Gli obiettivi del trattamento della tendinite sono di alleviare il dolore e ridurre l’infiammazione. Spesso, un trattamento conservativo che prevede riposo, applicazione di ghiaccio e antidolorifici può essere sufficiente.

Solo in situazioni in cui il quadro sintomatologico non si controlli con la terapia conservativa, o in presenza di lesioni del tendine (rottura), è necessario ricorrere all’intervento chirurgico.

UNITÀ OPERATIVE

Per la prenotazione di Visite ed Esami è possibile anche contattare il C.U.P per entrambe le Case di Cura:

Casa di Cura Pierangeli: 08529391 Casa di Cura Spatocco: 0871352352

Dal Lunedi al Venerdì: 08.00 – 17.00 Sabato: 08.00-12.00

Prenotazione telefonica di prestazioni diagnostiche e specialistiche ambulatoriali

LEGGI TUTTO