Sindrome da impingement della caviglia

/Sindrome da impingement della caviglia

L’Impingement (o Sindrome da Conflitto) della caviglia è una condizione in cui si avverte dolore nella parte anteriore, o più raramente posteriore, della caviglia che compare quando, ad ogni movimento articolare, due strutture fibrose oppure scheletriche entrano in conflitto tra loro urtando ripetutamente.

Che cos’è la Sindrome da Impingement della Caviglia?

L’articolazione della caviglia è composta da due ossa – la tibia e l’astragalo – che scivolano l’una sull’altra, il cui impatto durante l’attività di carico viene attenuato grazie alla presenza di cartilagine articolare.

Il conflitto meccanico alla base della limitazione articolare può essere fra strutture fibrose o ossee:

  • nelle sindromi da impingement fibrose: a seguito di reiterati traumi distorsivi si forma una struttura fibrotica (una cicatrice biologica) che impedisce il normale movimento articolare, e procura dolore al paziente.
  • nelle sindromi da impingement scheletriche: la neoformazione speroni ossei dovuti microtraumi ripetuti comportano dolore e limitazione della normale escursione articolare, specie in flessione dorsale, con possibile formazione di versamento articolare.

Quali sono le cause di Sindrome da Impingement della caviglia?

In linea generale si può creare in tutti quei pazienti in cui si ha storia di ripetuti traumi distorsivi, traumi, ma anche microtraumi sulla caviglia (come l’impatto con la palla nel calcio) che possono determinare la formazione di uno sperone osseo sulla tibia o sull’astragalo.

Una particolare condizione che può causare impingement posteriore è la presenza di un piccolo osso accessorio (os trigonum) che talvolta può avere dimensioni eccessive e può rimanere intrappolato tra la tibia e l’astragalo nei movimenti di flessione plantare del piede.

Quali sono i sintomi di Sindrome da Impingement della caviglia?

Il conflitto osseo o fibroso della caviglia può causare limitazione dell’escursione articolare associata a dolore e versamenti articolari.

Come viene diagnosticato la Sindrome da Impingement della Caviglia?

L’impingement della caviglia può essere diagnosticato in base alla storia e alla valutazione clinica. Ci sono dei test specifici che esplorano questa possibilità diagnostica in un quadro sintomatologico caratteristico.

Le tecniche imaging come le radiografie standard della caviglia o la risonanza magnetica permettono di identificare le alterazioni anatomiche che sostengono la sindrome come la presenza di speroni ossei o tessuto fibrotico cicatriziale.

Come si tratta la Sindrome da Impingement della Caviglia?

Il trattamento è inizialmente conservativo al fine di ridurre il dolore e l’infiammazione.

A questo scopo si deve imporre all’articolazione riposo funzionale, somministrare farmaci antinfiammatori, nonché eseguire fisioterapia e terapie fisica.

Se la terapia conservativa non dovesse controllare la sintomatologia a fronte di una elevata richiesta funzionale, è necessario ricorrere al trattamento artroscopico: consiste nell’asportazione del tessuto fibro-sinoviale in eccesso oltre che alla contestuale riparazione delle lesioni cartilaginee e legamentose associate; in caso di conflitto osseo vengono rimossi eventuali osteofiti che entrano in conflitto. Il trattamento artroscopico permette un trattamento mini-invasivo, efficace e con più veloce recupero funzionale.

UNITÀ OPERATIVE

Per la prenotazione di Visite ed Esami è possibile anche contattare il C.U.P per entrambe le Case di Cura:

Casa di Cura Pierangeli: 08529391 Casa di Cura Spatocco: 0871352352

Dal Lunedi al Venerdì: 08.00 – 17.00 Sabato: 08.00-12.00

Prenotazione telefonica di prestazioni diagnostiche e specialistiche ambulatoriali

LEGGI TUTTO

CASA DI CURA PIERANGELI
Tel: 085 42411 – Fax: 085 4241391
C.U.P. 08.00 – 14.00
Tel: 085 4241.474 – Fax 085 4241.299

CASA DI CURA SPATOCCO
Tel: 087 13521 – Fax: 087 164801
C.U.P. 08.00 – 14.00
Tel: 087 13521 – Fax 087 13521

PRENOTA O REFERTA ONLINE

Il nostro sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra Privacy Policy.
Cliccando il bottone “Accetta”, si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile configurare i singoli cookies, seguendo le istruzioni indicate nella Cookies Policy.
Attenzione, non installando i cookie, alcune pagine non si visualizzeranno correttamente.