La miopia è un difetto visivo in cui la luce non viene focalizzata sulla retina, ma davanti ad essa con conseguente visione offuscata.

Ciò comporta visione sfocata da lontano, anche se da vicino si vede bene o benissimo.

Attualmente non esiste una cura per la miopia, ma occhiali, lenti a contatto e chirurgia refrattiva permettono di correggere il difetto.

La miopia è il difetto della vista più frequente e colpisce circa il 25% degli italiani. Di solito appare durante l’infanzia per poi di solito stabilizzarsi intorno ai 25-30 anni, sebbene a volte aumenti con l’avanzare dell’età (se non sono presenti particolari patologie che la fanno peggiorare rapidamente).

Che cos’è la Miopia?

Nell’occhio normale i raggi luminosi che provengono dagli oggetti distanti vengono messi a fuoco esattamente sulla retina, grazie al potere convergente delle diverse strutture che attraversano tra principalmente cornea e cristallino. Nell’occhio miope gli stessi raggi convergono davanti alla retina e poi divergono: si forma così un’immagine sfocata.

Quanto maggiore è il difetto, tanto minore è la distanza alla quale si vede nitidamente.

La miopia si misura in diottrie. Si definisce miopia lieve un difetto inferiore a 3-4 diottrie, miopia media o medio-forte sino a 8-9 diottrie, miopia elevata con valori superiori.

Quali sono le cause di Miopia?

L’occhio della persona miope mette a fuoco le immagini davanti alla retina, pertanto la percezione dell’immagine non è nitida.

Questo può accadere perché il bulbo oculare risulta essere un po’ più lungo del normale (miopia assile o assiale)  o perché la curvatura della cornea o del cristallino è maggiore rispetto alla norma (come può accadere nella cataratta o nel cheratocono).

In molti casi, in particolare quando la miopia inizia molto presto, vi è una predisposizione genetica alla miopia.  Oltre a cause genetiche, gli occhi delle persone che passano tante ore al giorno

a guardare da vicino (come leggere o guardare il computer/telefono cellulare) hanno una maggiore incidenza di miopia perché l’occhio si adatta e diventa più lungo con il preciso scopo di dovere accomodare meno e fare quindi meno fatica.

Quali sono i sintomi di Miopia?

Il sintomo prevalente di un individuo miope è vedere in modo chiaro gli oggetti per vicino e percepire in modo offuscato gli oggetti che si trovano ad una determinata distanza.

La necessità di strizzare gli occhi per vedere gli oggetti lontani nel tentativo di migliorare la propria visione porta spesso a un certo grado di affaticamento oculare, visione offuscata e, talvolta, mal di testa. 

Come si fa la diagnosi di Miopia?

La diagnosi di miopia viene fatta con i normali sistemi di misura dei difetti refrattivi, come l’autorefrattometria e la schiascopia.

Come si tratta la Miopia?

La miopia richiede lenti correttive concave negative che riportano il punto di fuoco sulla retina, che possono essere a contatto o montate su occhiali.

La chirurgia correttiva per la miopia rappresenta un’altra soluzione. La chirurgia LASIK si effettua con un laser che rimodella la cornea in modo che la luce metta a fuoco correttamente le immagini.

UNITÀ OPERATIVE

Per la prenotazione di Visite ed Esami è possibile anche contattare il C.U.P per entrambe le Case di Cura:

Casa di Cura Pierangeli: 08529391 Casa di Cura Spatocco: 0871352352

Dal Lunedi al Venerdì: 08.00 – 17.00 Sabato: 08.00-12.00

Prenotazione telefonica di prestazioni diagnostiche e specialistiche ambulatoriali

LEGGI TUTTO