Fibrillazione ventricolare

/Fibrillazione ventricolare

La fibrillazione ventricolare (FV) è un’aritmia caratterizzata da un’attività elettrica del cuore caotica e disorganizzata a partenza ventricolare. È un’aritmia molto grave: è di fatti una forma di arresto cardiocircolatorio che deve essere immediatamente trattata, altrimenti porterà il paziente a morte certa in breve tempo. I ventricoli sono improvvisamente percorsi da impulsi elettrici multipli e incoordinati che si modificano continuamente. Dal punto di vista meccanico il cuore in fibrillazione ventricolare è fermo e il sangue non viene mandato in periferia se non in una minima percentuale; il paziente è quindi in arresto cardiaco.

Quali sono le cause?

Le principali cause di fibrillazione ventricolare sono: infarto del miocardio, cardiopatie strutturali (cardiomiopatia dilatativa, cardiomiopatia ipertrofica, displasia aritmogena del ventricolo destro), disturbi congeniti del ritmo cardiaco (sindrome del QT lungo, sindrome di Brugada, tachicardia ventricolare polimorfo catecolaminergica), squilibri idro-elettrolitici, trattamenti farmacologici impropri e abuso di droghe (cocaina).

Quali sono i sintomi?

I sintomi tipici della fibrillazione ventricolare insorgono molto rapidamente e sono dispnea (difficoltà respiratoria), perdita di conoscenza, dolore toracico, palpitazioni (percezione di battito cardiaco accelerato), affaticamento, arresto cardiocircolatorio e cianosi. È una condizione molto grave che è importante riconoscere e trattare nel minor tempo possibile. Se non trattata porta rapidamente a morte il paziente.

Come si fa diagnosi di fibrillazione ventricolare?

Nella maggior parte dei casi la rapidità con cui si evolve il disturbo aritmico non lascia il tempo di effettuare una diagnosi completa. La diagnosi è possibile solo nei pochi pazienti che presentano l’aritmia in ospedale e sono monitorizzati, mentre generalmente il paziente perde conoscenza e mediante le manovre di primo soccorso (valutazione del polso carotideo e del respiro) è possibile fare la diagnosi dell’arresto cardiaco ma non della fibrillazione ventricolare. La diagnosi della fibrillazione ventricolare verrà effettuata in seguito al posizionamento di un defibrillatore sul torace del paziente.

Come si cura?

Una volta insorta, la fibrillazione ventricolare, tende a non cessare e quindi, se non gestita rapidamente, l’esito è la morte del paziente. L’unica terapia è l’esecuzione delle manovre di primo soccorso e la defibrillazione elettrica. Se questa non è immediatamente attuabile, è indispensabile eseguire il massaggio cardiaco esterno e la ventilazione assistita per garantire un minimo di ossigeno e di apporto ematico, soprattutto agli organi di primaria importanza (il cervello). Successivamente, se il paziente riprende conoscenza, e dopo ripristino della stabilità emodinamica, si andranno ad indagare ed eventualmente trattare le cause sottostanti la genesi della fibrillazione ventricolare.

UNITÀ OPERATIVE

Per la prenotazione di Visite ed Esami è possibile anche contattare il C.U.P per entrambe le Case di Cura:

Casa di Cura Pierangeli: 08529391 Casa di Cura Spatocco: 0871352352

Dal Lunedi al Venerdì: 08.00 – 17.00 Sabato: 08.00-12.00

Prenotazione telefonica di prestazioni diagnostiche e specialistiche ambulatoriali

LEGGI TUTTO

CASA DI CURA PIERANGELI
Tel: 085 42411 – Fax: 085 4241391
C.U.P. 08.00 – 14.00
Tel: 085 4241.474 – Fax 085 4241.299

CASA DI CURA SPATOCCO
Tel: 087 13521 – Fax: 087 164801
C.U.P. 08.00 – 14.00
Tel: 087 13521 – Fax 087 13521

PRENOTA O REFERTA ONLINE

Il nostro sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra Privacy Policy.
Cliccando il bottone “Accetta”, si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile configurare i singoli cookies, seguendo le istruzioni indicate nella Cookies Policy.
Attenzione, non installando i cookie, alcune pagine non si visualizzeranno correttamente.