La cisti di Bartolini o cisti delle ghiandole di Bartolini, è una patologia benigna interessante le ghiandole omonime. Le ghiandole di Bartolini sono due e sono situate nel solco tra le piccole labbra e la parete posteriore della vagina. La loro funzione è quella di produrre muco responsabile della lubrificazione della vagina durante i rapporti sessuali. Le cisti di Bartolini solitamente si formano nelle donne giovani, sessualmente attive.

Quali sono le cause?

Le cisti si formano a causa di un ostacolo presente nei dotti ghiandolari che impedisce il fisiologico deflusso del liquido prodotto. L’ostruzione spesso deriva da un processo infiammatorio, un ispessimento del muco o un trauma.

Quali sono i sintomi?

Solitamente le cisti del Bartolini sono asintomatiche. Tuttavia, se la cisti aumenta di dimensioni, può provocare irritazione vaginale, dolore durante i rapporti sessuali (dispareunia) e dolorabilità alla deambulazione. Se il liquido contenuto all’interno della cisti si infetta, può complicarsi con un ascesso (raccolta circoscritta di pus), spesso associato ad infezioni sessualmente trasmesse (gonorrea e clamidia). In presenza di un ascesso, la sintomatologia può complicarsi con dolore intenso, arrossamento della cute nella regione di interesse e febbre.

Come si fa la diagnosi?

La diagnosi si effettua mediante esame clinico durante visita medica ginecologica. Spesso, nelle donne di età superiore ai 40 anni, viene eseguita una biopsia della lesione, per escludere patologie maligne.

Come si cura?

Quando le cisti del Bartolini sono piccole e asintomatiche, non richiedono trattamento chirurgico, è possibile effettuare dei bagni caldi della zona di interesse a scopo decongestionante. Se la cisti è sintomatica, si ricorre al trattamento chirurgico: il trattamento iniziale prevede la marsupializzazione (la ghiandola interessata dal processo patologico viene incisa e lasciata aperta per consentire un drenaggio continuo ed impedire che il liquido non possa ristagnare all’interno), il drenaggio e l’aspirazione ad ago. In presenza di dolore e ascessi ricorrenti è indicata l’escissione chirurgica. Può essere indicato l’uso di antibiotici e antinfiammatori.

UNITÀ OPERATIVE

Per la prenotazione di Visite ed Esami è possibile anche contattare il C.U.P per entrambe le Case di Cura:

Casa di Cura Pierangeli: 08529391 Casa di Cura Spatocco: 0871352352

Dal Lunedi al Venerdì: 08.00 – 17.00 Sabato: 08.00-12.00

Prenotazione telefonica di prestazioni diagnostiche e specialistiche ambulatoriali

LEGGI TUTTO