La sindrome del tunnel carpale è una condizione molto comune che causa dolore, intorpidimento e formicolio alla mano e al braccio. La condizione si verifica quando uno dei principali nervi alla mano – il nervo mediano – viene schiacciato o compresso mentre attraversa il polso.

Nella maggior parte dei pazienti, la sindrome del tunnel carpale peggiora nel tempo, quindi diagnosi e trattamento precoci sono importanti. All’inizio, i sintomi possono spesso essere alleviati con semplici misure come indossare una stecca da polso o evitare determinate attività.

Se la pressione sul nervo mediano continua, tuttavia, può portare a danni ai nervi e peggioramento dei sintomi. Per prevenire danni permanenti, per alcuni pazienti può essere raccomandato un intervento chirurgico per ridurre la pressione del nervo mediano.

Che cos’è la Sindrome del Tunnel Carpale?

Il tunnel carpale è uno stretto passaggio nel polso, il cui pavimento e pareti laterali sono formati da piccole ossa del polso chiamate ossa del carpo, mentre il tetto del tunnel è costituito da una fascia di tessuto connettivo chiamata legamento carpale trasversale. Poiché queste pareti sono molto rigide, il tunnel carpale ha una scarsa capacità di “allargarsi” o aumentare di dimensioni.

Il nervo mediano è uno dei principali nervi della mano che, nella sua porzione terminale, passa attraverso il tunnel carpale e entra nella mano. Il nervo fornisce sensibilità al pollice e all’indice, a metà anulare. Il nervo controlla anche i muscoli attorno alla base del pollice.

I nove tendini che piegano le dita e il pollice viaggiano anche attraverso il tunnel carpale. Questi tendini sono chiamati tendini flessori.

La sindrome del tunnel carpale si verifica quando il tunnel si restringe o quando i tessuti che circondano i tendini flessori (la sinovia) si gonfiano, facendo pressione sul nervo mediano provocando dolore, intorpidimento, formicolio e debolezza nella mano.

Quali sono le cause della Sindrome del Tunnel Carpale?

La maggior parte dei casi di sindrome del tunnel carpale è causata da una combinazione di diversi fattori. Le donne e le persone anziane hanno maggiori probabilità di sviluppare la condizione.

Altri fattori di rischio per la sindrome del tunnel carpale comprendono:

  • Eredità: il tunnel carpale può essere più piccolo in alcune persone o ci possono essere differenze anatomiche che modificano la quantità di spazio per il nervo.
  • Uso ripetitivo delle mani: la ripetizione di movimenti o attività della stessa mano e del polso per un periodo prolungato di tempo può causare un rigonfiamento dei tendini del polso, aggravando la situazione.
  • Posizione della mano e del polso: fare attività che comportano un’estrema flessione o estensione della mano e del polso per un periodo prolungato di tempo può aumentare la pressione sul nervo.
  • Gravidanza: i cambiamenti ormonali durante la gravidanza possono causare gonfiore.
  • Alcune patologie: il diabete, l’artrite reumatoide e lo squilibri ormonali tiroidei sono condizioni associate alla sindrome del tunnel carpale.

Quali sono i sintomi della Sindrome del Tunnel Carpale?

I sintomi della sindrome del tunnel carpale possono includere:

  • Intorpidimento, formicolio, bruciore e dolore, principalmente nel pollice e nell’indice e metà dell’anulare;
  • Dolore o formicolio che può risalire lungo l’avambraccio verso la spalla;
  • Debolezza della mano: potrebbe essere difficile eseguire movimenti precisi come abbottonare i vestiti.

Nella maggior parte dei casi, i sintomi della sindrome del tunnel carpale iniziano gradualmente, senza una causa specifica. Molti pazienti hanno sintomi intermittenti, nella fase iniziale. Tuttavia, poiché la condizione peggiora, i sintomi possono manifestarsi più frequentemente o possono persistere per periodi di tempo più lunghi.

I sintomi notturni sono molto comuni. Perché molte persone dormono con i polsi piegati, i sintomi possono risvegliare dal sonno.

Come si fa la diagnosi di Sindrome del Tunnel Carpale?

La diagnosi della sindrome del tunnel carpale parte dalla valutazione clinica, in cui il medico indagherà sullo stato di salute generale, sulla storia clinica e sui sintomi.

Successivamente potranno essere eseguite alcune manovre che indicano la presenza della sindrome del tunnel carpale come il segno Tinel: la percussione delicata del nervo evoca un formicolio (parestesia).

Gli esami più utili sono:

  • Esame elettromiografico/ elettroneurografico: L’esame elettroneurografico viene eseguito con elettrodi di superficie e piccole scosse elettriche e permette di valutare la conduzione nervosa. Tuttavia, per valutare adeguatamente la gravità della sindrome e per escludere compromissioni nervose a differenti livelli (ad esempio compressione cervicale), è necessario il completamento con esame EMG, eseguito utilizzando piccoli aghi che registrano l’attività muscolare.
  • Radiografia: utile per escludere altre cause come l’artrosi, lesioni del legamento o una frattura.
  • Risonanza magnetica: fornisce immagini migliori dei tessuti molli del corpo, per questo aiuta a determinare altre cause dei sintomi o per cercare tessuti anomali che potrebbero comprimere il nervo mediano.

Come si tratta la Sindrome del Tunnel Carpale?

La sintomatologia, soprattutto negli stadi iniziali, può spesso essere controllata mediante un approccio conservativo:

  • Per prima cosa bisogna cercare ed eventualmente trattare una patologia sottostante;
  • il cambiamento di una gestualità lavorativa particolare,
  • indossare un tutore rigido o di una polsiera armata,
  • Terapia farmacologica con antiinfiammatori o un’infiltrazione di cortisone e anestetico direttamente nel Tunnel carpale.

Se la sintomatologia non migliora, bisogna ricorrere a trattamento chirurgico con l’obiettivo di alleviare la pressione sul nervo mediano sezionando il legamento che forma il tetto del tunnel. Questo aumenta le dimensioni del tunnel e diminuisce la pressione sul nervo mediano.

UNITÀ OPERATIVE

Per la prenotazione di Visite ed Esami è possibile anche contattare il C.U.P per entrambe le Case di Cura:

Casa di Cura Pierangeli: 08529391 Casa di Cura Spatocco: 0871352352

Dal Lunedi al Venerdì: 08.00 – 17.00 Sabato: 08.00-12.00

Prenotazione telefonica di prestazioni diagnostiche e specialistiche ambulatoriali

LEGGI TUTTO