Che cos’è la PTA della carotide?

L’angioplastica con stent (PTA – Percutaneous Transluminal Angioplasty) è una modalità di intervento mini-invasiva per il trattamento delle ostruzioni arteriose a livello del distretto carotideo; l’angioplastica si pone come obiettivo la dilatazione di arterie stenotiche attraverso l’introduzione di un catetere provvisto di un palloncino e l’applicazione di uno stent.

Come funziona la PTA della carotide?

L’angioplastica consiste nell’incannulamento, a livello inguinale, di un catetere guida che permette di introdurre un palloncino: raggiunta la stenosi, si gonfia il palloncino che andrà a schiacciare la placca arteriosclerotica contro le pareti dei vasi carotidei, ripristinando il flusso di sangue. Al palloncino si associa l’applicazione di uno stent, una protesi metallica, simile a una rete, che si aggancia alla parete vascolare impedendone un nuovo restringimento. L’intera procedura avviene sotto il controllo radiologico, in anestesia locale e ha la durata di circa 1-2 ore; il paziente viene, di norma, dimesso il giorno successivo all’intervento.

L’angioplastica è indicata in tutte quelle stenosi che occludono più del 70% del lume dell’arteria.

La PTA della carotide presenta dei rischi?

I rischi maggiori legati alla procedura sono dovuti al possibile distacco di frammenti delle placche aterosclerotiche che, immettendosi in circolo, arrivano al cervello causando attacco ischemico transitorio o ictus ischemico; per ovviare a tali complicanze vengono introdotti speciali filtri che permettono di raccogliere e rimuovere il materiale ateromasico prelevato durante la procedura.

UNITÀ OPERATIVE

Per la prenotazione di Visite ed Esami è possibile anche contattare il C.U.P per entrambe le Case di Cura:

Casa di Cura Pierangeli: 08529391 Casa di Cura Spatocco: 0871352352

Dal Lunedi al Venerdì: 08.00 – 17.00 Sabato: 08.00-12.00

Prenotazione telefonica di prestazioni diagnostiche e specialistiche ambulatoriali

LEGGI TUTTO